Romance

Molte vite, un solo amore – Brian Weiss

[et_pb_section bb_built=”1″][et_pb_row][et_pb_column type=”4_4″][et_pb_text _builder_version=”3.0.69″ background_layout=”light” text_orientation=”left” border_style=”solid”]

( È UNA STORIA VERA, NULLA A PARTE I NOMI È FRUTTO DELL’IMMAGINAZIONE.)

Questo libro inizia in un modo particolare, nella trama svela già come andrà a finire, ma la parte ovviamente è il come i due protagonisti hanno coronato il loro sogno d’amore. Questo libro mi è stato dato in prestito da mio fratello che pensava potesse essere di mio interesse, e lo era eccome!

Elizabeth vive a Miami, la morte della madre e il fatto che nessun uomo faccia al caso suo la fanno entrare in un vortice di depressione e frustrazione da qui non riesce ad uscire. Decide così, convinta di essere arrivata al limite di sopportazione, di affidarsi allo psichiatra Brian Weiss, noto in tutto il mondo per il suo lavoro sull’ipnosi regressiva. Insieme a lui riesce a rivedere le sue vite passate, arrivando persino a tempi lontani come l’Egitto. Nel frattempo anche Pedro, un giovane Messicano, decide di rivolgersi a Weiss perché non riesce a superare la morte improvvisa del fratello e perché, come Elizabeth, non riesce a trovare l’amore. anche lui ripercorrerà il lungo trascorso delle sue vite a ritroso nel tempo e riuscirà a guarire le sue ferite più profonde. Quando Weiss si accorgerà di certe coincidenze nei resoconti che i due ragazzi gli raccontavano riguardo a determinate vite, capisce che loro si sono già conosciuti, solo non in questa vita. Dovendo rimanere fedele al segreto professionale non può presentare in alcun modo i due giovani, se non organizzando i loro ultimi appuntamenti uno di fila all’altro, in questa maniera si sarebbero incrociati nella sala d’aspetto e lui era convinto che qualcosa sarebbe successo. Invece il destino non era ancora pronto perché loro facessero la conoscenza l’uno dell’altra, tranne quando uno dei due perde l’aereo…

Brian Weiss racconta di un doppio caso clinico che ha considerato molto rilevante da portare alla luce, avendo cambiato i nomi dei due protagonisti, per motivi di privacy, non sapremo mai come procede al giorno d’oggi la loro storia….Ho trovato davvero intrigate il modo in cui ha esposto ogni seduta di ipnosi regressiva e del mondo dettagliato con cui loro gli raccontavano le rispettive esperienze. Avendo avuto la fortuna di provare di persona a sottopormi ad una di queste sedute so come si sono sentiti i protagonisti di questo racconto, un’emozione che vorrò ripetere al più presto e che consiglio a tutti di provare una volta nella vita. Fatemi sapere se lo avete letto o se avete mai provato a sottoporvi ad una di queste sedute, al prossimo libro…

[/et_pb_text][/et_pb_column][/et_pb_row][/et_pb_section]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *