“L’istruzione è ciò che resta dopo che uno ha dimenticato tutto quello che ha imparato a scuola.” Albert Einstein

Avete presente quella sensazione di vuoto di stomaco che si prova la sera prima di un compito importante o di un esame? Ecco io no ed è proprio per questo che il mio primo giorno di liceo mi sono trovata impreparata. Avevo una sensazione constante di insicurezza, come se avessi sbagliato indirizzo o addirittura grado di scuola. Avevo forse puntato troppo in altro? Insomma, avevo passato gli ultimi cinque anni della mia vita sognando quel primo giorno di Liceo e, quando ero finalmente sul punto di incominciare, ho avuto paura. Se devo essere sincera l’unica cosa di cui non ho mai avuto paura è la scuola; le interrogazioni e i compiti in classe non li vedevo come ostacoli insormontabili, ma solamente come brevi riepiloghi di ciò che avevamo studiato in classe. A dirla tutta mi è sempre piaciuta la scuola e quindi non è mai stato un peso lo studio, ma quel primo giorno di scuola ero davvero un pesce fuor d’acqua! Sarà stata l’enorme struttura della scuola o i nuovi compagni, ma io sentivo che quello non poteva essere il tipo di vita che avrei dovuto condurre per cinque anni. Sono passate due settimane esatte adesso che sto scrivendo, è cambiato qualcosa? La mia risposta è racchiusa in una parola: TUTTO! Ho finalmente fatto amicizia con qualche compagno. Ho cercato di allacciare un buon rapporto con i miei professori fin da subito poiché negli anni ho imparato che in una scuola nn c’è alleato migliore del proprio insegnate. Se avete iniziato il liceo o dovete iniziarlo l’anno prossimo vi do un consiglio che, anche se sono passate “solo due settimane” (per modo di dire), mi è stato molto utile. PRENDETE APPUNTI.

  • Prendete appunti dove volete, anche sul vostro quaderno e non per forza su un block notes a parte che, a parer mio potrebbe crearvi anche tanta confusione.
  • Se fate fatica a ricordare le parti importanti usate gli evidenziatori e abbinate ad ogni colore un personaggio o una data differente.
  •  Usate i post-it di media dimensione per scrivere riassunti MOLTO SINTETICI di un paragrafo. Per i post-it può valere lo stesso discorso degli evidenziatori, usate colori diversi.
  • Non riempite i libri di evidenziatori solo perché non siete capaci di sintetizzare. Utilizzate piuttosto una matita che risulterà più ordinato e chiaro, inoltre non vi si stancheranno gli occhi con così tanta facilità.

Io con questo metodo ho dimezzato il tempo che impiego a studiare e soprattutto, una cosa fondamentale che non smetterà mai nessuno di ripetere, ma che non potrebbe essere più vera: ascoltate! Quando un professore spiega un argomento è quello il momento  buono di annotarsi le cose, non a casa mentre passate ore e ore sui libri. Se non avete un buon motivo per ascoltare e preferireste parlare con il vostro migliore amico pensate che così avrete più ore libere il pomeriggio che potrete sfruttare per uscire con lui e parlare in circostanze meno scomode. Quindi con questo brevissimo post non volevo assolutamente intimorire nessuno, io vado al liceo da due settimane e ne sono già innamorata! Mettete in conto lo studio, per quello vi servirà un po’ di tempo, ma se seguirete il metodo sopra elencato vi troverete senza dubbio meno in difficoltà.

Buon anno a tutti e a chi ha cominciato una scuola nuova: godetevela!

 

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: